RETE STUDENTI: SCONCERTANTE CHE L’ALTERNANZA SCUOLA LAVORO VENGA STRAVOLTA IN QUESTA MANIERA | SERVONO TUTELE E DIRITTI

By ottobre 18, 2016 News No Comments

Apprendiamo con sconcerto la notizia uscita questa mattina sul Corriere di Bologna secondo cui alcuni studenti dell’Istituto scientifico Fermi siano stati mandati a svolgere le ore obbligatorie di alternanza scuola-lavoro presso le parrocchie della diocesi.

“E’ un fatto gravissimo” afferma Camilla Scarpa, coordinatrice regionale della Rete degli Studenti Medi dell’Emilia-Romagna “è sinceramente assurdo leggere le dichiarazioni rilasciate dai dirigenti scolastici di alcuni licei bolognesi. Queste rivelano moltissimi dei limiti e delle contraddizioni che questo modello di Alternanza scuola – lavoro può contenere.” prosegue Camilla Scarpa “Chiediamo diritti, tutele, formazione, sicurezza e ci danno un posto in parrocchia. E’ una situazione inaccettabile, pretendiamo risposte dai dirigenti scolastici intervistati, dall’ufficio scolastico provinciale e dalla regione Emilia-Romagna.”

Tutto questo evidenzia ancora una volta l’assenza di linee guida chiare rispetto allo svolgimento dei percorsi di Alternanza scuola- lavoro che, ad oggi, sono strutturati sulla base delle generiche disponibilità delle strutture ospitanti anziché a partire dalle esigenze formative degli studenti e del tessuto produttivo del territorio. A questo si aggiunge la mancanza di una legge che vada a regolare diritti e doveri degli studenti in Alternanza Scuola-lavoro e che possa garantire un corretto svolgimento dell’esperienza e la coerenza con il percorso di studi.

“Non è possibile” dichiara Giammarco Manfreda coordinatore nazionale della Rete degli Studenti Medi “che dopo più di un anno dall’introduzione dell’Alternanza obbligatoria in tutte le scuole superiori manchi ancora una Carta dei Diritti e dei Doveri degli Studenti in Alternanza che regolamenti le tutele e i diritti degli studenti che compiono questi percorsi” prosegue Manfreda “come Rete degli Studenti Medi, insieme alla CGIL, alla FLC e alla Fondazione Di Vittorio, abbiamo messo in atto un operazione di monitoraggio di questo primo anno di esperienze di alternanza scuola lavoro e i risutati ci impongono molte riflessioni che presenteremo Martedì 18 ottobre in conferenza stampa”

Leave a Reply